Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

L’aranceto nel deserto diventato un case study

Il progetto di Cesvi e Schweppes (del gruppo Coca Cola) che dà da mangiare a 300 famiglie in Zimbabwe. Una delle esperienze di collaborazione tra profit e ong raccontante sul numero del magazine in distribuzione.      

Aranceti nella zona desertica dello Zimbabwe: non è un miraggio ma una realtà sempre più in espansione, promossa da Cesvi in 15 comunità locali. Ben 120 ettari da cui ricavare arance e succo d’arancia per il sostentamento di almeno 300 famiglie ma non solo: le cooperative agricole formate dalle stesse comunità si sono posizionate sul mercato e già vanno a braccetto con il mondo profit, «sia per quanto riguarda la produzione sia la vendita», sottolinea Loris Palentini, capomissione dei progetti Cesvi in Zimbabwe dal 2014.                                                    

 

    L’aranceto nel deserto