Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

CORONAVIRUS (COVID-19) AGGIORNAMENTO

CORONAVIRUS (COVID-19) AGGIORNAMENTO

    Un breve aggiornamento sulla situazione COVID-19, che sembra evolversi velocemente nel paese. Ad oggi, oltre 14,9 milioni di casi e 616.00 decessi sono stati registrati a livello globale.

In Zimbabwe, al 21 luglio sono stati effettuati oltre 105.000 test diagnostici e identificati 1.820 casi di COVID-19, di cui 26 decessi. Il 53% dei casi è importato, soprattutto dal Sud Africa, dove le infezioni hanno superato le 380,000 unità; tuttavia, la trasmissione a livello locale è aumentata significativamente e in maniera preoccupante nelle scorse settimane. Le province più colpite sono Harare (552 casi, 30% dei casi totali), Bulawayo (546, 30%) e Matabeleland South (227, 12%), ma tutte le province del paese hanno riportato casi COVID-19. Secondo i dati del Ministero, la maggior parte dei casi è asintomatico e in isolamento presso strutture sanitarie o il proprio domicilio.
Negli scorsi mesi, il Ministero della Salute ha rafforzato le capacità del sistema sanitario di rispondere all’emergenza. Diversi laboratori a livello centrale (Harare e Bulawayo) e periferico (strutture provinciali e distrettuali) sono in grado di effettuare il test COVID-19 e confermare i casi sospetti; diversi laboratori privati (e.g., Lancet e PSMI) sono accreditati e attualmente in grado di effettuare il test. Wilkins e Parirenyatwa Hospital ad Harare e Mater Dei Hospital a Bulawayo sono stati riabilitati e in grado di gestire i casi severi della malattia, con disponibilità del servizio di terapia intensiva. Alcune strutture private stanno organizzando servizi di cura COVID-19 (e.g., Milton Park, St Anne’s Hospital e Arundel Clinic).

La situazione nel paese resta critica e si raccomanda la massima attenzione.

È importante rispettare sempre le misure preventive, essenziali per ridurre la trasmissione del virus a livello di comunità:

  • Lavarsi frequentemente le mani con acqua e sapone o igienizzante,
  • Coprirsi naso e bocca quando si tossisce e starnutisce,
  • Mantenersi a distanza da altri individui di almeno 1,5 metri,
  • Utilizzare la mascherina (chirurgica o di stoffa) quando fuori casa
  • Restare in casa se si presentano sintomi della malattia (febbre, tosse e astenia).

Se si ha il sospetto di essere entrati in contatto con un soggetto malato di COVID-19, si raccomanda l’isolamento presso il proprio domicilio per almeno 14 giorni, anche se non di presentano sintomi, e di consultare il medico curante all’eventuale insorgenza di sintomi.
Resta in funzione il numero verde 2019, per chiedere informazioni e assistenza.